lunedì 7 gennaio 2013

Never again............

"Se per miracolo uscirete vivi, scrivete, raccontate, ciò che hanno fatto di noi.....", queste parole possono essere considerate il testamento spirituale dei deportati al campo di concentramento di Dachau che lì morirono, in quei 12 anni di attività del campo di sterminio. Parole che risuonano nelle orecchie e spingono a raccontare a tutti ciò che abbiamo visto e provato in quella visita nel campo di sterminio a 5 km dal centro di Monaco. E questa scritta "never again"... "mai più" ti colpisce e ti travolge mentre percorri il piazzale degli appelli. Siamo stati una settimana in vacanza a Monaco di Baviera e avevo messo in programma la visita al campo di concentramento di Dachau sin dal momento in cui abbiamo acquistato i biglietti aerei. E volevo portarci i miei figli perchè devono capire che non si gira mai la testa dall'altra parte, perchè allora in troppi girarono la testa dall'altra parte e fecero finta di non vedere. Monaco è una città bellissima, organizzatissima, offre tantissimo dal punto di vista culturale e storico....... ma io sono rimasta profondamente colpita da Dachau, più di tutto il resto. Avevo letto il libro di Shlomo Venezia, "Sonderkommando Auschwitz", visto documentari, e già ero rimasta colpita.... ma non ero preparata all'impatto con Dachau.... con la recinzione di filo spinato elettrificata.... con le capanne di legno che avrebbero dovuto alloggiare 200 persone ciascuna e arrivarono a contenerne 2000.... con il krematorium, 4/5 forni crematoi  in sequenza... le camere a gas.... quello sconfinato piazzale degli appelli....... e quelle tetre torrette di sorveglianza.... e poi le testimonianze e i dcumenti......... Ti lasci alle spalle il cancello completamente annientata..... non riesci a dire una parola... ti sembra di sentire addosso quegli occhi disperati......

"If you will come out of here alive, as a miracle, please, write and tell what they made of us....." these words can be considered a spiritual testament of those who lost their lives in the concentration camp in Dachau, during 12 long years.
We spent 1 week in Munich, a very beautiful town, with lots of historical sites, castles, museum..... but what hit me more was the concentration camp in Dachau, just 5 km far from Munich.
I felt I had to go there and brig there my sons, because we have to teach them not to turn the head on the other side and pretend not to see.... in those years too many people turned their heads on the other side!!!!!!!
Nobody is prepared, in my opinion, to visit Dachau.... it's a devastating experience.... the electrified enclosure.... the krematorium..... the gas chamber..... the pictures, the witnesses..... and the marble enormous commemorative stone on which is written "Never again"....... Leaving  Dachau you have no words... you feel the sensation to have million of desperate eyes looking at you............









17 commenti:

Tomaso ha detto...

Bello ed interessante mai dimenticare
cara Clara. Questi orrori non dovranno mai più succedere.
Tomaso

vania rifugio da tutti ha detto...

solo leggere le tue parole mi ha lasciata senza respiro. ottima idea quella di portare i figli, perchè nessuno deve dimenticare.
spero che non succeda mai più anche se in realtà vedendo tutto quello che succede in giro per il mondo non ne sono troppo sicura.
buona serata e complimenti per la sensibilità che hai dimostrato

Lara ha detto...

Ciao, capisco quello che hai provato, io l'anno scorso durante una vacanza a Salisburgo sono stata a Mauthausen e a stenti riuscivo a dire qualche parola ogni tanto. Bel gesto quello di portare i tuoi figli, nessun documentario tocca il cuore come visitare di persona certi luoghi. Un abbraccio a presto Lara

Susanna ha detto...

Brividi... sono stata anni fa a Mauthausen e mi sembrava tutto così opprimente, sembrava di percepire l'odore di gas. Orribile.
Un abbraccio Susanna

Silvia ha detto...

Davvero a volte non servono parole di commento, il ricordo invece deve essere sempre costante. La

Kathy A. ha detto...

I know just how you feel. I also visited Dachau and it haunted me for a very long time. There is a Holocaust Museum in Washington DC as well that is very disturbing. I agree - that we must never forget.
Hugs my dear.

Elisa ha detto...

Da brividi!!! è orribile pensare che tutto questo sia successo veramente...ma è così ed è importante trasmettere al prossimo gli orrori che l'uomo è capace di fare. Elisa

Margherita ha detto...

Monaco è stra bellissima, ci sono stata tante volte, ma ancora non ho trovato il coraggio di arrivare a Dachau .... mio figlio c'è stato dopo un percorso ispirato a Padre Kolbe e anche lui ha detto mai più ... speriamo nei ragazzi e nel loro mai più perchè non debba più succedere!!!
Un abbraccio
Margherita

Susanna Zanchi ha detto...

Un post commovente cara Clara per non dimenticare mai! buona giornata!

mamanluisa ha detto...

mia cara sono stata anche in "quel" luogo di sofferenza e la tristezza che rimane è infinita! ciao ciao

incasadisilvia ha detto...

Passare di lì schiarisce le idee!
Spero che sia stata una bella settimana!
A presto...
Silvia

Cinzia ha detto...

Che questo si ricordi e che non torni mai più.. Molto toccante il tuo post Clara, ti auguro un buon fine settimana, un bacio

Nefertari ha detto...

Capisco cosa intendi ed è importante che i nostri ragazzi sappiano, perchè in più di un'occasione mi è capitato di trovare scetticismo nei confronti di questi avvenimenti e non deve assolutamente succedere!
Mariagrazia

bilibina ha detto...

Ciao Clara..anche se non ci sono stata fisicamente, il solo leggerne e vedere foto e documentari lascia increduli e sbigottiti..eppure è successo e potrebbe succedere ancora..non dobbiamo dimenticare, il vero nemico è l'indifferenza ..

Jess ha detto...

very interesting.
Thank you so much for your visit :)

❤ Giovy ❤ ha detto...

Ciao Clara,
grazie per il tuo commento.

Sono passata per vedere il tuo blog, e non ho potuto fare a meno di vedere le foto del campo di concentramento. Hai scritto tante cose vere purtroppo che io condivido pienamente. Al più grande dei miei bimbi ho fatto vedere la vita è bella di Benigni,per dargli un idea, ne parlano anche a scuola comunque. Voglio anch'io che sappiano e che imparino a non girarsi dall'altra parte. Aspetto che diventino più grandetti anche gli altri perchè vorrei anch'io portarli per fargli capire dove può arrivare la follia dell'uomo.

Le foto dei forni sono veramente suggestive, se qulcuno vedesse una foto senza didascalia penserebbe ad un vecchio panificio, incece.... "sono stati costruiti appositamente per farci entrare persone vive dentro"..quel posto è stato gestito da demoni!

A presto
Giovanna

Silvia Bartolini ha detto...

Ciao Clara, grazie per avermi fatto visita e grazie per i complimenti ... Ogni tanto mi piace cambiare vestito alle stanze di casa e la prossima modifica che spero di riuscire a fare quest' estate sarà nella zona giorno...voglio cambiare il colore delle pareti...vedremo cosa mi inventerò.

Sono venuta a trovarti qui e il post che hai scritto sulla tua visita al campo di Dachau mi ha toccato in modo particolare, non ho mai visitato quei luoghi, ma posso immaginare come ti sei sentita perchè io sono stata male due giorni dopo aver visitato il museo degli anni del terrore a Berlino quest' estate...ed erano "solo" fotografie.... E' proprio vero che nei luoghi rimangono impresse in maniera indelebile le emozioni di chi ci è passato....senza parole, perchè non se ne riescono a trovare per cose del genere, tutto passa sotto pelle e arriva fino al cuore.

Un abbraccio a presto,

Silvia

Happy to have you here

Happy to have you here

Vado a casa di...