lunedì 5 dicembre 2011

Ma che scuola è?

I vostri figli sono contenti del sistema scolastico? E voi lo siete? Io per niente! Perchè stiamo assistendo ad un degrado che ormai va in progressione geometrica. Nella classe di mio figlio, liceo, un corpo docente di scarso valore didattico sta facendo "appiattire" questi ragazzi, ma appiattire verso il basso. Si spiega poco perchè "dobbiamo lavorare per il progetto xyx" e quindi niente compiti a casa e totale perdita di abitudine allo studio, ma anche niente continuità didattica. La versione letteralmente dettata ad una ragazzina perchè figlia di un'amica dell'insegnante, ma occhi puntati su tutti gli altri che quasi non possono respirare. La matematica spiegata "al volo" e interrogazioni con clima terrificante. Assoluta iniquità dei voti, attribuiti a simpatia e a seconda dell'umore dell'insegnante. E se vai a lamentarti rivendicando il diritto di tuo figlio ad una didattica che stimoli la sua vivacità intellettuale, due giorni dopo hai il figlio massacrato con una interrogazione da delirio. Oppure ci troviamo un'insegnante che inizia l'anno scolastico, poi si allontana 4 mesi per motivi suoi (non di salute) e poi rientra gli ultimi 15 giorni di scuola, a fine anno scolastico! Ma allora...... di cosa stiamo parlando? Ma a coloro i quali dovrebbero essere gli educatori dei nostri figli, qualcuno ha mai insegnato a fare il loro lavoro? I nostri ragazzi chi li tutela? Questi sono i casi in cui mi andrei volentieri a ritirare in cima d una montagna, senza contatti con gli esseri umani, ma solo con la natura! Davvero, sono profondamente delusa!!!!! Scusatemi lo sfogo, ma l'indignazione ha preso il sopravvento!

8 commenti:

letizia ha detto...

Sono pienamente daccordo con te.
Nella scuola di mio figlio hanno distribuito martedì scorso l'orario di ricevimento, peccato che tra ponti e feste natalizie il tempo è ristretto.
E i voti? Scopro che è insufficente in materie di cui non ho mai visto neanche un voto!!! E Un professore ha dato a tutti insufficente perchè non ha avuto modo di valutarli!!!
Ma che scuola è!!!
Ciao Leti

Dalmazia Lodi Rizzini ha detto...

leggere il tuo sfogo ha rievocato in me emozioni vissute...ora i mi miei figli, grazie a Dio sono usciti tutti da scuola...ma la loro vita è stata condizionata dall'esperienza scolastica..in negativo ovviamente...specialmente per il secondo...per anni abbiamo dovuto insistere, visto che ci si batte contro i muri di "gomma", sulla sua autostima..che la valutazione scolastica sarebbe durata il tempo della scuola, ma la persona che è rimane..ed è il frutto dell'educazione data in famiglia, ai valori e anche di queste esperienze negative...perchè nel "bosco" della nostra vita dobbiamo credere che fa più rumore un albero che cade che milioni di alberi che crescono! coraggio cara amica....meno mani che ci sono figli come i tuoi, come i miei e come milioni di altri....

Lilybets ha detto...

La penso come te....considera che quest'estate si scherzava con mia nipote che frequenta la Prima media adesso...una gara di tabelline.Ho vinto io,lei non le conosceva...pero',si difendeva...conosce altro!Boh,diamo almeno solide basi,invece di conofnderli !!Le ingiustizie..poi,quelle sono da denuncia!

Margherita ha detto...

Appoggio!!! E' una scuola delirante e assolutamente impreparata per le esigenze di oggi. Mio figlio, terza scientifico, sta passando gli anni scolastici (partendo già dalla materna) a sentirsi tirare indietro perchè lui sa "troppo" e fa fare brutta figura agli altri. Non sa troppo, ma legge tanto, si informa su tante cose, ha solo tanti interessi e li coltiva, ha interesse alla cultura ma questo per la scuola è sapere troppo!!!
Sorvolo sulle "simpatie" assolutamente esagerate ed eclatanti e sorvolo anche sul tentativo di difenderlo ... penso che non mi passerà più per la testa di provarci .... il risultato è stato un bel rimandato in latino ....
Cosa altro aggiungere? Che io nella cultura ci credo perchè la cultura è la nostra libertà e l'ho insegnato a mio figlio che grazie al cielo, nonostante le difficoltà, ha recepito bene.
In bocca al lupo
Margherita

Nefertari ha detto...

Non potrei essere più d'accordo, per me gli anni del liceo di mio figlio sono stati un vero incubo, che per fortuna si è concluso, nei tempi giusti ma con tantissimo stress. Più in generale sul discorso della scuola posso dirti che mio marito, dopo 12 anni di precariato come assistente tecnico e dopo essersi visto passare davanti in graduatoria da svariate persone con i più svariato motivi, quest'anno, a causa dei continui tagli al personale scolastico, ha avuto solo una nomina part-time fino al 30 giugno 2012. Puoi immaginare quale sia la mia considerazione sulla nostra scuola?
Mariagrazia

Clara ha detto...

Grazie per i vostri commenti, ma sono realmente sconcertata. Il degrado della qualità della scuola è davvero uno dei mali peggiori della nostra epoca, perchè questa scuola non sarà in grado di formare una società del futuro!

Irene ha detto...

ciao, purtroppo posso solo confermare quanto hai scritto. Anche l'esperienza con la scuola di mia figlia, 3° superiore, è simile.
ciao
Irene

milena ha detto...

ciao Clara,noi siamo passati a un livello superiore l'università...ma credi che funzioni qualcosa?O i livelli siano più alti? Purtroppo la nostra società sta subendo un declino su tutti i fronti....bacetti milena a

Happy to have you here

Happy to have you here

Vado a casa di...